California Cheescake

72

Me lo dici ogni giorno e non sai aspettare. Per te non contano i classici “momenti giusti”, le ricorrenze, le feste comandate, i manuali del bon ton. Tu sei così, un fiume calmo e lento che mi bagna, un fiume dove posso dissetarmi quando ho sete, dove rinfrescarmi, dove nuotare fino allo sfinimento senza mai annegare.

E in questa acqua torno come nel grembo di una madre, perchè sei così accogliente che mi hai ridato vita con il tuo respiro.
A te non servono parole perchè mi parli con profondi occhi neri, con i tuoi abbracci ed i tuoi baci così teneri. Me lo dici con tutte quelle cose che fai per me e per la famiglia che abbiamo messo in piedi non senza soffrire e fare grandi rinunce e sacrifici.
Ma il sacrificio più grande è starti lontana, mentre le nostre vite scorrono parallele durante il giorno, mentre inseguiamo le nostre certezze, mentre ci cerchiamo con la voce e col pensiero per tornare alla terra ferma e per sentirci a casa prima ancora che venga sera.
Per noi non c’è 14 febbraio. San Valentino è ogni giorno, anche quando ci rinneghiamo, ci mettiamo in discussione, ci ignoriamo, perchè anche questo è amore, perchè amore non è perfezione.
A te, Andrea, che non sai aspettare.
Dal nostro ultimo viaggio a Milano
CALIFORNIA BAKERY CHEESCAKE
Per la crosta
  • 300 g di biscotti digestive
  • 80 g di burro sciolto
  • 1/2 cucchiaino di miele di acacia
  • 1 pizzico di cannella
Per la crema
  • 400 g di robiola (io ho usato il mascarpone)
  • 300 g di ricotta fresca di mucca
  • 200 g di zucchero
  • 150 g di panna fresca
  • 40 g di yogurt bianco intero
  • 4 uova intere leggermente sbattute
  • la buccia grattata di un limone non trattato
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di farina 00

Per la decorazione

  • Frutta a piacere (io frutti di bosco)
  • zucchero a velo

Scaldate il forno statico a 160°

Frullate insieme tutti gli ingredienti della crosta e lavorateli a mano, poi trasferiteli in una teglia a cerniera e ricoprite il fondo e i bordi della teglia con l’impasto (cercate di fare uno strato uniforme non troppo sottile). Io ho usato uno stampo a cerniera a cuore di 22 cm. Lasciate riposare mezz’ora in frigorifero.

Intanto setacciate la ricotta e mescolatela alla robiola (o mascarpone). Aggiungete lo zucchero, lo yogurt, la scorza di limone e i semi della bacca di vaniglia, poi unite le uova leggermente sbattute, la panna e la farina. Rovesciate la crema nella crosta ormai compatta e cuocete per 55 minuti.
Lasciate riposare e raffreddare a temperatura ambiente per tre ore. Passate in frigo per altre due ore.

Al momento di servirla toglietela un po’ di tempo prima dal frigo (io solitamente 20 minuti) riempite la cavità che si sarà formata al centro (il dolce raffreddato tende ad abbassarsi) con frutta fresca a piacere (io ho usato more, lamponi, ribes e mirtilli).

 

Join the Conversation

  1. Che meraviglia! Ne mangerei volentieri una fetta! 😀

    p.s. bibliotecaria appassionata di cucina? Abbiamo qualcosa in comune eheh! Se ti va passa a trovarmi 😉

  2. che uomo fortunato con una donna come te!

  3. è splendido incontrare la propria perfetta metà della mela. Inutile dire che il tuo dolce ha scatenato la mia acquolina…

  4. Oggi non commento la ricetta…. custodisco questa splendida dichiarazione d'amore… un grande dono vi site fatti e continuate a riceverlo…. splendido post! Un bacione!

  5. uaho, un trionfo di passione! e che delizia di cuore fruttato. la mia cheescake è molto più spartana. le mie passioni seguono altre vie? chissà, devo ancora scoprirle. baci

  6. Complimemti io adoro le cheesecakes!

    A presto
    Taty

  7. che dichiarazione meravigliosa…quanto Amore sincero e appassionato…grazie di averlo condiviso con noi insieme a questa golosissima ricetta!
    Niki

  8. bacioni romanticissimi!!! stupendo post complimenti e auguroni ad entrambi!

  9. cheesecake fantastica, complimenti!

  10. Semplicemente meraviglioso

  11. Io uso il Philadelphia al posto del mascarpone e devo dire che il risultato è ugualmente strepitoso…col mascarpone non ho mai provato, lo farò….

  12. Ullapeppa che meraviglia! Ottima idea il mascarpone al posto del classico cheese 😉 da provare mi pare sia meno “acido” come sapore o mi sbaglio? Comunque sia il risultato è notevole. Mi complimento anche per l'apparizione su La Cucina Italiana ^_* brava bis
    Un abbraccio
    Sonia

  13. Grazie Sonia, sei gentilissima… il sapore è davvero dolce, ho notato che il giorno dopo è ancora meglio, all'inizio infatti credevo di aver sbagliato a decidere di usare il mascarpone, il tempo poi mi ha dato conferma!

  14. ma io adoro la California bakery e ancor di più la cheesecake!!
    poi così imponente come la tua dev'essere prelibata!!

    Ti seguo molto volentieri.
    A presto!

  15. Ciao carissima! Sempre bello passar da te spero tu abbia passato una serena Pasqua! …intanto ti lascio i complimentimper questa cheesecake strepitosa!!! Una vera coccola sarà stata! Brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Cucinalkemika by Annarita Delli Compagni © Copyright 2008-2020. All rights reserved.
Close